Prestipino Gesualdo


GESUALDO PRESTIPINO

Nasce a Enna il 15 ottobre 1933. Diplomato presso l’istituto d’Arte di Palermo, vive e opera a Pergusa (Enna).

I suoi lavori si trovano in varie gallerie d’arte e presso collezionisti privati, non soltanto in Italia ma anche in altri paesi come Australia, Austria, Canada, Francia, Germania, Mexico, Repubblica Ceca, Spagna, Stati Uniti, Svezia, Svizzera.
Dal 1964 al 1990, Prestipino presenta una mostra quasi ogni anno, in Italia (Enna, Palermo, Valguarnera, Nicosia, Catania, Trieste, Campofranco, Valverde, Caltanissetta, Leonforte, Piazza Armerina, Spoleto, Perugia, Urbino, Assisi, Canicattì, Bergamo, Taormina) e all’estero (Freiburg, Lorrach).

Durante gli ultimi anni del millennio Gesualdo ritorna al silenzio di Pergusa, la sua anima di artista si tuffa nell’esplorazione ossessiva, senza limiti, del mondo della pietra.
Nessuna mostra, nessuna apparizione in pubblico, soltanto meditazione, sogno, poesia, creazione nel Giùardino della scultura.

Dal 1998 si apre una nuova fase artistica con l’incontro del professore Domenico Fasciano (cattedratico all’Università di Montreal) poeta, profondo conoscitore della Sicilia che presenta al pubblico il libro di poesie: “ Hibiscus, Images de Trinacrie “.
Inizia una commistione artistica tra l’arte di Prestipino e la poesia mitologica di Fasciano. La pittura che intende tradurre le emozioni mitologiche di Hibiscus in immagini di colori poeticamente espressivi e umanizzati.
Nel 1999 viene pubblicato il libro: “ Un figlio di Enna Gesualdo Prestipino ” scritto da Domenico Fasciano che racconta vita, opera e critica di Prestipino che viene consacrato come artista. Nel 2000 va in Canada dove organizza due importanti mostre, una a Montreal alla “ Casa d’Italia “ e l’altra a Mississauga (Toronto).
Negli ultimi anni sono allestite altre prestigiose mostre che hanno interessato la Francia e l’Italia. A Parigi espone nel 2002 con altri artisti selezionati e poi a seguire nel 2003 l’échange a Palermo ed Enna.
In questo frangente viene svelato al pubblico il monumento “ U carusu da Surfara “ che può essere, attualmente, ammirato nell’androne del Municipio di Enna in attesa di un suo degno collocamento in una piazza del Comune di Enna.
Nell’ottobre del 2003 partecipa al Salone Internazionale “ Rencontres Picturales “ di Parigi.
Nel dicembre 2003, nella grande cornice del Museo del Louvre, ottiene un grande successo di pubblico e critica insieme ad altri artisti provenienti da tutto il mondo, esponendo dei bronzi al “Salon 2003 de la Nazionale des Beaux Arts” sotto il patrocinio del Presidente della Repubblica Monsieur Jacques Chirac.
Nel 2004 partecipa al I° Salone Internazionale di arti plastiche e figurative che si svolge a Palermo ed Enna.
Nell’ottobre dello stesso anno è invitato a Parigi nella Casa Sicilia al 3° Salone Internazionale di arti figurative e plastiche.
Nel frattempo è stato inaugurato a Pergusa,nelle vicinanze di Enna, un gruppo bronzeo di grandi dimensioni raffigurante “Il ratto di Proserpina”.


VEDI OPERE

Advertisement
 
CONCORSO MAPHIART
 
VISITA IL SITO PER AVERE MAGGIORI DETTAGLI
SITI AMICI
 
 
Oggi ci sono stati già 1 visitors (52 hits) qui!
=> Do you also want a homepage for free? Then click here! <=